Messa con Vescovo



Title: Messa con Vescovo

Length: 00:11:36.12

Publication day: lunedì 18 settembre 2023

Registration day: domenica 17 settembre 2023



Description

Coperture e Interviste al Vescovo Lauro ed allo Scario della Magnifica Comunità, Mauro Gilmozzi, visto che l’evento religioso è strettamente collegato ai problemi del bosco legati ai cambiamenti climatici. Nel comunicato è spiegato:

La Val di Fiemme in festa per la ricorrenza dell’Addolorata
CUSTODIAMO IL CREATO ED IL CREATO CUSTODIRA’ NOI

Ieri domenica si è celebrata la Festa di B. Vergine Maria Addolorata, in val di Fiemme venerata soprattutto nel santuario a lei dedicato presso il parco di Cavalese, accanto alla Pieve dell’Assunta. Una ricorrenza che nella Valle ha una notevole importanza storica, confermata anche in tempi recenti con manifestazioni di grande portata come quella del 2019, in occasione del ringraziamento a lei rivolto a un anno di distanza dalla tempesta Vaia.

Quest’anno la Valle ha ospitato un evento di particolare rilievo, che si è svolto nel fine settimana del 16 e 17 settembre, proposto dalle Parrocchie, dalla Magnifica Comunità e dalla Comunità Territoriale di Fiemme. Il programma ha previsto un concerto sacro, un pellegrinaggio di Valle e, al culmine, la Santa Messa presso il parco della Pieve di Cavalese, presieduta dall’Arcivescovo di Trento, monsignor Lauro Tisi.

Pellegrinaggio di Valle e Santa Messa con il Vescovo Lauro

La mattina di domenica 17 settembre, già dalle ore 7:30, si sono avviati i pellegrini, a piedi e non, da tutte le parti della Valle.
Destinazione del pellegrinaggio è stata la Pieve di S. Maria Assunta a Cavalese e il Santuario cinquecentesco ubicato a fianco, che custodisce una statua quattrocentesca della Madonna Addolorata. I pellegrini sono stati accolti accolti a partire dalle ore 14:30, mentre alle ore 15:00 ci sarà la S. Messa celebrata da monsignor Lauro Tisi.
La giornata ha visto in movimento l’intera valle e ha dato ancora una volta slancio ad una tradizione radicata nella storia del territorio, unendo l’importante figura della Madonna Addolorata con la valorizzazione della valle e delle persone che ci vivono e la rendono viva. Infatti, il messaggio che le parrocchie di Fiemme desiderano lanciare è il seguente: “Custodiamo il Creato e il Creato custodirà noi”.
Ampliare lo spirito e il messaggio di una festa di valle, già importanti di suo, tramite il rispetto per la storia del territorio, la volontà di prendersene cura, la forza sociale collettiva e la bellezza della musica.
Durante la celebrazione sono stati benedetti e portati all’altare 11 alberelli, simbolo delle 11 municipalità della Val di Fiemme. Ognuno di loro è stato portato da un bambino, accompagnato da varie persone del mondo forestale (custodi forestali, boscaioli). Gli alberelli sono stati poi innaffiati dall’acqua che i sindaci della valle hanno portato ognuno dal proprio paese. La simbologia dell’impegno comune e della responsabilità di preservare il patrimonio per le nuove generazioni.

Le parole del Vescovo Lauro
Noi siamo la prima generazione che deve assumersi la responsabilità dei cambiamenti climatici.
Le cause sono i rancori, la disuguaglianza e la competizione.
Dobbiamo ripartire dal Vangelo e dai valori che sono gli stessi che hanno dato espressione alla genialità della costituzione della Magnifica Comunità di Fiemme. La condivisione, la comunità il senso del Buon Governo.

L’unità, la comunità e la sobrietà che devono tornare ad essere il centro dello sviluppo territoriale e spirituale

Le parole dello Scario Mauro Gilmozzi
4 anni fa ci siamo riuniti per ringraziare l’assenza di vittime durante la tempesta Vaia, oggi siamo i testimoni diretti dei cambiamenti climatici che hanno portato al disastro del bostrico. La natura farà il suo corso ma noi, fermamente, dobbiamo assumerci la responsabilità di un impegno collettivo in questa emergenza.

La sera di sabato 16 settembre alle ore 21:00 il “Concerto per l’Addolorata”

L’organizzazione del concerto, ospitato nella chiesa della Pieve di Cavalese alla vigilia del pellegrinaggio, è a cura dell’Associazione culturale “Le Muse e le Dolomiti”. Da undici anni, l’Associazione rappresenta un punto di riferimento per la musica classica, unico nel territorio, riconosciuto per l’alta qualità e l’ampio respiro internazionale. Le mura della splendida Pieve risuoneranno dei titoli musicali di Haydn, Elgar, Handel e altri: dal Barocco al Contemporaneo, le musiche, tutte tratte dal grande repertorio sacro e in parte di impronta “mariana”, saranno eseguite dal rinomato Ensemble vocale-strumentale “Continuum”, diretto dal Maestro Luigi Azzolini.
La musica diventa così una sorta di preparazione spirituale al giorno successivo, una ricerca di forza collettiva tramite la bellezza dell’arte.
Il concerto sarà introdotto in tale ottica dal parroco, Don Albino Dell’Eva, e alla fine del suo intervento sarà rispettato un minuto di silenzio in ricordo delle vittime e di chi soffre a causa dei tanti eventi climatici estremi, di cui tutti siamo in parte responsabili per la sufficiente mancanza di rispetto della natura, la nostra Casa comune (papa Francesco).
La serata, nata da un’idea del Parroco e della Presidente de “Le Muse e le Dolomiti” e condivisa dagli altri due enti organizzatori, è motivata da un fatto semplice: tutti proviamo le stesse emozioni se ci confrontiamo con la bellezza dell’arte.

 

Login to download hq contents or register for free

Download HQ


Other downloads
Other Media News Releases
Ufficio Stampa

Contact person Mario Facchini

Mobile +39 348 114 9895

E-mail mario.facchini@newspower.it


Altri contatti

Nome Federica Cerri

Mobile +393465305911

E-mail federica.cerri@visitfiemme.it


Telefono 393465305911

Fax 390462241199

Website http://www.visitfiemme.it

RSS feed

Val di Fiemme Media News Releases  

Val di Fiemme events  

Social